La Reale Accademia di Spagna a Roma. L’arte dell’ospitalità

La Reale Accademia di Spagna a Roma. L’arte dell’ospitalità

Un progetto espositivo di Maria Rosa Sossai e Avelino Sala

18 maggio 2011 -ore 21 nei Giardini dell’Accademia

Roma città aperta. Azione conferenza di Domingo Sánchez Blanco e Fernando Castro Flórez

Sia il lavoro performativo e artistico di Domingo Sánchez Blanco che il progetto discorsivo di Fernando Castro Flórez seguono le stesse coordinate. Entrambi sono legati infatti ad uno spirito patafisico e generano spazi di disorientamento, la cui base intellettuale è presente in tutte le loro azioni-conferenze che sono, a dir poco, folgoranti. La loro curiosità li ha spinti a sperimentare diversi ambiti: una conferenza con accanto una tigre del Bengala, dei discorsi sussurrati all’orecchio, l’organizzazione di un numero da guinness dei primati di performance in un solo giorno (circa 500), una quantità incredibile di ore (12) per una conferenza e altri lavori.

In occasione del progetto L’arte dell’ospitalità, i due conferenzieri presenteranno un remake del celebre film Roma città aperta del regista Roberto Rossellini, che sarà proiettato nel giardino dell’Accademia, accompagnato da un’esecuzione musicale dal vivo della trombettista Elena Bianchi.

Fernando Castro Flòrez è uno dei più importanti critici d’arte in Spagna. Insegna Estetica e Teoria delle arti all’Università Autonoma di Madrid, così come al Master di Teoria e pratica dell’arte contemporanea all’Università Complutense di Madrid. Ha insegnato in corsi di dottorato, in lezioni e conferenze presso numerose università in tutto il mondo e in musei nazionali e internazionali. È membro del Patrocinio e della Commissione permanente del Centro del Museo Nazionale del Reina Sofia di Madrid. Come curatore Castro ha curato numerose mostre: è stato co-commissario al Padiglione spagnolo nell’Expo di Hannover, curatore della Bienniale del Fuoco nel Museo nazionale di Belle Arti di Caracas e co-curatore del Padiglione di Aragona nell’Expo di Saragozza. È stato insignito del premio spazio della critica d’arte per il migliore progetto curatoriale. Quest’anno è il curatore del Padiglione del Cile alla Biennale d’arte di Venezia.

Domingo Sanchez Blanco è un artista audace e per certi versi impressionante. Così si è recato a Parigi per chiedere le ceneri del vecchio ma ancora vivo Klossowski. C’è di più: ha portato una tigre del Bengala in visita al museo d’arte contemporanea di Oviedo. Si è bastonato con il boxer Charles Juhashz nel Museo d’arte di Porto Rico. Si è trasformato in attore nel progetto Il (non) guidare o ha fatto la guardia del corpo del direttore del Museo del quartiere di New York. Il suo lavoro è enfatico, provocatore e non lascia mai lo spettatore indifferente.

*****

Reale Accademia di Spagna a Roma

Piazza San Pietro in Montorio 3

tel: 06.5812806

http://accademiaspagnaroma.wordpress.com

ufficiostampa.raer@gmail.com

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s